Casa

Dove trovare gli scatoloni di cartone per il trasloco?

Devi cambiare casa e non sai come organizzarti? Ecco alcuni consigli utili per trovare gli scatoloni per il trasloco gratis o, comunque, a poco prezzo

Dove trovare gli scatoloni di cartone per il trasloco? A tutti noi è capitato almeno una volta nella nostra vita di imbatterci in un cambio di casa. E una delle cose che si può notare sin dai primi momenti è che le cose sembrano non terminare mai. Se fino a qualche giorno prima di metterti ad impacchettare tutto pensavi di non avere nulla, non appena inizi a smontare i mobili ti rendi conto che, in realtà, casa tua è come la borsa di Mary Poppins. Sbucano fuori cose da ogni dove, che manco sapevi di avere.

Ti sei fatto prendere dallo sconforto? Tranquillo, è una cosa più che normale. Personalmente ho sempre adottato la tecnica di partire da un’angolo dell’appartamento. E poi da lì andare avanti con la sistemazione del mobile a fianco, della libreria lì vicino e della scrivania posta di fronte. E così via un po alla volta finché la stanza non era del tutto sgombra. Altra stanza, stesso mood.

LEGGI ANCHE: Dove comprare le scatole di cartone per spedire?

Gli scatoloni non sono tutti uguali

Se sei alle prese con un trasloco ti accorgerai presto dell’incredibile capacità che puoi avere di trasformare cose in recipienti. Io, personalmente, durante i vari cambi di casa che ho fatto negli ultimi anni, mi sono ritrovata ad usare la cesta dei panni per il trasporto della spesa e la bacinella per il lavaggio a mano per raggruppare i libri. E vabbè, ognuno si arrangia come può.

Ma se su alcune cose puoi reinventarti, su altre non puoi proprio fare a meno. Gli scatoloni di cartone per il trasloco, ad esempio. E’ inutile girarci intorno. Ne hai bisogno. E di tanti anche. Ma come fare se il budget che hai a disposizione non è così tanto e cerchi di risparmiare qualcosina?

Dove trovare gli scatoloni per il trasloco gratis?

Ecco alcuni sistemi che ho provato personalmente e che hanno funzionato. Soprattutto nel periodo in cui andavo all’università e i soldi erano destinati principalmente ai libri e alle tasse.

1. Chiedere gli scatoloni in prestito

Magari fai parte di quella categoria di persone che non vuole chiedere l’aiuto degli altri perché preferisce arrangiarsi da solo. Sì, ok, ti capisco. Anche io sono così. Ma ragazzo mio, un trasloco è pur sempre un trasloco. E richiede un dispendio di energie (fisiche e mentali) davvero enorme. Quindi metti da parte il tuo orgoglio in qualsiasi forma si presenti e chiedi gli scatoloni in prestito.

Ci sono molte persone, infatti, che magari sono nella tua stessa situazione e devono cambiare casa a breve. E, magari, hanno deciso di iniziare ad attrezzarsi in tempo e si sono procurati tutto il necessario.

CONSIGLIO: prestare degli scatoloni di cartone per il trasloco quando hai un imminente cambio di casa è un atto di estrema generosità. Ricordati di riportarli indietro non appena hai terminato o, comunque, nel più breve tempo possibile. E, ovviamente, in buone condizioni e possibilmente non troppo pasticciati con disegni o scritte.

LEGGI ANCHE: Detersivo pavimenti naturale: le ricette fai da te

2. Chiedere nei negozi

A meno che tu non stia lavorando in un negozio di qualsiasi genere, non puoi avere un’idea della quantità di cassette e box di vario genere che arrivano ogni giorno dai fornitori. E, per smaltirle, le attività commerciali devono generalmente attendere il passaggio del personale addetto alla raccolta della carta o della plastica, che avviene una o due volte la settimana. Se gli liberi il magazzino, gli farai sicuramente un favore.

A tal proposito, ti consiglio di selezionare con attenzione i negozi a cui chiedere. Prova, ad esempio con la cartoleria o il negozio di giocattoli sotto casa. Ma anche la profumeria dove lavora la tua amica o il negozio di abbigliamento di tua zia.

CONSIGLIO: chiedere questo piacere a chi conosci già, ti agevolerà molto nella raccolta degli scatoloni per il trasloco. Ti conviene, inoltre, chiedere ad attività di piccole dimensioni, che saranno più propense a darti una mano. Negozi che fanno parte di catene di franchising o multinazionali potrebbero avere una politica interna particolare per lo smaltimento dei rifiuti.

LEGGI ANCHE: Pulire la lavatrice a costo zero: ecco come fare!

3. Chiedere al supermercato

Se sei alla ricerca di box di cartone, anche il supermercato potrebbe essere un posto in cui chiedere se possono regalartene. Io, personalmente, non lo consiglio. Innanzitutto perché la maggior parte dei negozi di alimentari hanno la zona di raccolta rifiuti posta in un’area a cui è possibile accedere per il personale non addetto. E, quindi, anche se gli operatori volessero aiutarti, potrebbero avere dei problemi con l’azienda. E mettere nei guai qualcuno che ci vuole aiutare, non è proprio il caso.

Il secondo motivo per cui non ti consiglio di chiedere al supermercato è dipeso dalla pulizia dei contenitori. A caval donato non si guarda in bocca. Mai. E fin qui siamo tutti d’accordo. Ma le scatole che arrivano ad un negozio di alimentari nella maggior parte dei casi contengono cibi, bibite o detersivi che possono sporcare l’interno dello scatolone. E riporre i vestiti in un contenitore sporco di passata di pomodoro non è che sia il massimo.

CONSIGLIO: le cassette della frutta sono piuttosto scomode per la struttura che hanno. Ma vanno benissimo da destinare al trasporto dello scatolame o di cose non particolarmente fragili o delicate.

LEGGI ANCHE: Decluttering dell’armadio: consigli per fare spazio

4. Procurarsi gli scatoloni usati

Non appena hai programmato il trasloco, prova a diffondere la voce tra i tuoi amici. C’è sicuramente qualcuno che ha appena cambiato casa e che si ritrova ancora gli scatoloni del trasloco in giro per le stanze e non se ne è ancora liberato. Gli farai sicuramente un favore.

CONSIGLIO: fai attenzione alle condizioni dei contenitori che ti vengono regalati. Se sono stati sfruttati troppo, infatti, è possibile che perdano di un pò di struttura e che non assicurino la stessa capienza. E che poi cedano. Se vedi che, ad esempio, sono stati usati per il trasporto di piatti o bottiglie (te ne accorgi per i segni di stoviglie e recipienti nel fondo), adibiscili a oggetti più leggeri.

Dove noleggiare gli scatoloni per il trasloco?

Hai mai pensato al noleggio degli scatoloni per il trasloco? In realtà questa opportunità ha preso piede nel nostro paese solo negli ultimi anni, ma permette comunque di risparmiare un po’ sulla spesa dei box da usare per il trasporto delle cose.

CONSIGLIO: Prova a valutare le offerte su internet e, magari, cerca anche tra le recensioni di chi ha già usufruito del servizio. Alcune aziende che si occupano di traslochi, offrono all’interno del pacchetto anche la possibilità di utilizzare i loro scatoloni per impacchettare le tue cose.

Acquistare gli scatoloni low cost: conviene davvero?

Acquistare gli scatoloni per il trasloco low cost è l’ultima spiaggia. Quando le hai proprio provate tutte ma ti sei arreso all’idea che, in realtà, sei ad un passo dall’essere considerato come un accumulatore seriale e che di roba in giro per casa ne hai talmente tanta che non sai più dove metterla.

CONSIGLIO: non sempre il low cost conviene. Ok alle offerte e alle promozioni, ma occhio al prezzo. Se l’importo proposto è troppo basso non significa sempre che la qualità è garantita. E trasportare libri o bottiglie su un box di scarsa qualità, può anche significare che il fondo si rompa e il contenuto cada tutto per terra. Nel momento meno opportuno.

Quanti scatoloni ti servono?

Passiamo ora all’aspetto pratico della ricerca degli scatoloni di cartone per il trasloco: quanti te ne servono? A questa domanda non esiste una risposta che vada bene per tutti. Molto dipende, ad esempio, se hai poche cose con te o se la tua casa è un museo di piatti, stoviglie, vestiti e chi più ne ha più ne metta.

In linea di massima, tuttavia, puoi tenere buona la regola dei 7 box di cartone ogni 10 metri quadri di appartamento.

CONSIGLIO: metti in preventivo un paio di scatoloni in più rispetto al previsto. Ricordati che è molto meglio averne da parte un paio che rimangono inutilizzati, piuttosto che trovarsi nel bel mezzo delle operazioni di sgombero e non sapere dove mettere gli ultimi due ripiani dello sgabuzzino.

Foto di cottonbro da Pexels

Ultimo aggiornamento 2021-10-12 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rispondi

Exit mobile version
%%footer%%