Bambini

Fascia porta bebè: come sceglierla e come indossarla

Come scegliere una fascia porta bebè? E come indossarla? Ecco i consigli utili, i vantaggi del babywearing e il video tutorial

La fascia porta bebè è la soluzione perfetta se hai un bambino piccolo. I neonati, infatti, adorano stare in braccio a mamma e papà ma, molto spesso, diventa impegnativo trascorrere l’intera giornata con un frugoletto tra le braccia.

La mia bimba, sin dai primi giorni di vita, ha sempre adorato rimanere appiccicata a me. E, soprattutto nei momenti in cui stava male a causa di coliche o brutti sogni, l’unico modo per calmarsi era quello di stare cullata tra le braccia della mamma.

E se questa è un’immagine molto bella, sappiamo tutti perfettamente quanto sia difficile poter concedere queste attenzioni al proprio bambino tutto il giorno. Soprattutto se si hanno delle commissioni da fare, se bisogna portare il fratellino più grande a scuola o se, semplicemente, c’è bisogno di preparare la cena.

Fascia porta bebè: perché comprarla?

Quando mi hanno consigliato di usare la fascia porta bebè per la prima volta, ero piuttosto scettica. Poi mi sono convinta e ho deciso che, comunque, provare non sarebbe costato nulla. Et, voilà! Mi sono trasformata in una mamma canguro h24.

Il vantaggio più grande di portare il neonato in fascia è quello di riuscire a fare più cose contemporaneamente. E’ bellissimo poter cullare il proprio piccolo tra le braccia, ma sappiamo benissimo che dopo qualche decina di minuti la schiena è a pezzi e le braccia sono parecchio indolenzite. E, soprattutto, non puoi fare nient’altro. Anche perché, nella maggior parte dei casi, se provi ad appoggiarlo nel lettino, lui si sveglia e partono gli urli. E si ricomincia daccapo con ninne nanne e dondolii prima che si calmi di nuovo.

LEGGI ANCHE: Come lavare i peluche

I vantaggi

Ora, immagina se avessi la possibilità di tenerti il tuo piccolo tra le braccia e potessi fare, nel frattempo, tantissime altre cose. Come lavare i piatti, preparare la cena, fare la lavatrice, accompagnare il fratellino a scuola e fare la spesa. O anche, più semplicemente, andare a farti una passeggiata in tutta tranquillità senza l’ingombro del passeggino. Non sarebbe bellissimo?

Se stai continuando a leggere con occhi sognanti, allora ti consiglio di provare ad usare la fascia porta bebè. Almeno una volta. Giusto per capire come ti trovi. E poi valutare o meno il caso di acquistarla.

Ecco di vantaggi che, personalmente, ho visto usandola:

  • meno mal di schiena (con la fascia il peso è distribuito su tutto il tronco);
  • zero dolore alle braccia;
  • mani libere per poter fare commissioni e faccende domestiche;
  • il neonato si calma dopo pochissimi minuti e, nella maggior parte delle vote, si addormenta;
  • hai la possibilità di controllare in ogni momento come sta e se ha bisogno di qualcosa, senza dover correre ad ogni singolo rumore nel lettino, nella sdraietta o nel tappetino.

No products found.

Come sceglierla?

Scegliere una fascia porta bebè non è semplice come potrebbe sembrare. Il mio consiglio è quello di farsene prestare una da un’amica e di testarla. In questo modo, avrai la possibilità sin da subito di capire cosa va meglio per te e cosa invece non ti va proprio bene. In alternativa, puoi sempre controllare se nella tua città ci sono delle consulenti per il babywearing che spesso, in questi casi, mettono quelle che hanno a disposizione a noleggio. Si tratta di pochi euro per qualche giorno, ma credimi, è un buon investimento.

In linea di massima, però, ti consiglio di seguire queste regole di base, giusto per non farti prendere dall’ansia al momento dell’acquisto:

  • non esiste una fascia per l’estate e una per l’inverno (tanto il neonato regola la sua temperatura corporea con la tua);
  • non occorre cambiare fascia per ogni step evolutivo del bambino. Una volta fatto l’acquisto con criterio, ti durerà fin quando ne avrai bisogno;
  • te ne basta una

LEGGI ANCHE: Sudamina nei bambini: i rimedi naturali

Come si indossa la fascia porta bebè?

Passiamo ora alla parte più complicata. Ossia quella di indossarla. Ammetto che la prima volta è stato parecchio complicato. Anche perché la mia paura più grande era quella di far cadere la bambina per terra. Il mio consiglio, in questi casi, è quello di farti aiutare da qualcuno. E va benissimo sia il papà, che tua sorella oppure un’amica. Anche se non sono specializzati in materia. Anzi, in questi casi, l’impresa si rivela molto più divertente e ti sentirai più a tuo agio con questo nuovo sistema.

Nel web è possibile trovare moltissimi video che ti spiegano come indossare una fascia porta bebè. Ecco quello che guardavo io le prime volte, prima di prenderci mano e di metterla in automatico.

Ultimo aggiornamento 2021-06-21 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Condividi:

Rispondi