Imbiancare casa fai da te: 7 trucchi che devi assolutamente conoscere

L’arrivo della bella stagione fa venire in automatico anche la voglia di rinnovare la propria abitazione. E cosa c’è di meglio, quindi, che imbiancare casa? Soprattutto se i muri si sono rovinati o le vecchie tinte hanno perso il loro smalto. Ma anche se i vostri bambini le hanno sporcate con i pennarelli.

Quelli che andiamo a vedere oggi, quindi, sono i migliori trucchi per tinteggiare le pareti e farle tornare belle come prima. Il tutto, ovviamente, in perfetto stile fai te.

Iscriviti al canale Telegram e ricevi sconti fino al -70%

Cosa fare prima di imbiancare casa?

La primissima cosa da fare prima di imbiancare casa è quella di sistemare le pareti. Una volta che avrai passato il colore definitivo, infatti, ogni minimo lavoro di manutenzione potrebbe rovinare il risultato appena ottenuto.

Prima di prendere in mano il pennello, quindi, ti consiglio di studiare bene ogni singola parete e cercare di capire quali siano gli interventi che bisogna assolutamente fare. Come, ad esempio, stuccare il muro, eliminando l’eventuale presenza di buchi con l’apposito materiale che livella bene la parete.

Altra accortezza da tenere a mente prima di pitturare le pareti, è quella di togliere la muffa in casa. Realizza il trattamento opportuno ed elimina le macchie di umidità che si sono create nelle pareti e attorno agli infissi. O, quanto meno, cerca di togliere il più grosso. Per ottenere un risultato più definito, andrai ad agire in seguito eliminando anche la più piccola ombra con una bella passata di bianco.

LEGGI ANCHE: Dove trovare gli scatoloni di cartone per il trasloco gratis?

Cosa si mette prima di pitturare?

Innanzitutto prima di mettersi all’opera per imbiancare casa è necessario preparare tutto l’occorrente. In questo modo avrai a disposizione tutto il materiale che ti serve sin dalla prima spennellata. Ed eviterai inutili perdite di tempo. Come andare alla ricerca dei teli a metà del lavoro.

Ecco alcune cose che non possono assolutamente mancare:

  • galloni di vernice
  • fissativo (o aggrappante)
  • vernice antimuffa
  • pennelli di varie dimensioni
  • rullo
  • carta di giornale
  • teli di cotone (vanno bene anche le lenzuola vecchie da buttare)
  • scotch carta
  • abbigliamento vecchio o da buttare

Una volta acquistato il materiale che non avevi già a disposizione a casa, inizia a preparare la stanza per la pittura. Copri i mobili con dei teli vecchi e realizza una copertura con i fogli di giornale per mettere al riparo battiscopa e pavimento. Grazie all’aiuto dello scotch carta, inoltre, puoi realizzare una bordura lungo tutti gli infissi. Ricorda bene che la copertura di qualsiasi cosa non è indispensabile ma, sicuramente, ti risparmierà un bel po’ di tempo in un secondo momento e ti eviterà di dover passare le ore a togliere gli schizzi di vernice da ovunque.

Sposta, infine, tavoli, sedie e mobili verso il centro della stanza. In questo modo, ti sarà più semplice avere tutto lo spazio di manovra di cui hai bisogno durante le operazioni di tinteggiatura. Ricorda bene che, in questi casi, più libertà di movimento hai e minore la quantità di tempo che impiegherai per ottenere il risultato sperato.

33 Recensioni
Pennello da imbianchino con setole naturali, Natural Bristle Hair, 40x140
  • 1 x pennello in pura setola bianca con manico in legno.
  • Generalmente utilizzato per pitture su pareti, a emulsione o applicazione di colla.
  • Manico in legno di faggio rigido modellato, completo di foro per appendere.

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Quando usare il fissativo sui muri?

Il fissativo è un prodotto in grado di rendere la vernice di un colore più intenso ed omogeneo. Grazie al suo utilizzo, ti risulterà più semplice stendere la pittura. In questo modo eviterai inutili sprechi di colore e perdite di tempo. Oltre ad un risparmio in termini di fatica non indifferente.

E’ sempre consigliabile l’utilizzo dell’aggrappante soprattutto nel caso in cui tu abbia di fronte una parete porosa. Questo prodotto, infatti, annullerà il difetto e uniformerà ogni eventuale imperfezione.Un’altra situazione ottimale per il suo utilizzo è quando hai a che fare con un muro del tutto nuovo. Anche in questo caso l’utilizzo del primer agevolerà una maggiore durata del risultato.

Nel caso in cui non ti trovassi di fronte a una parete nuova o ad una porosa, è meglio evitare l’uso dell’aggrappante. Altrimenti rischierai che la vernice coli lungo la parete, come se il primer fosse diventato una sorta di pellicola impenetrabile.

Parliamo ora di quantità. per un appartamento di circa 100 mq, ti basta una sola confezione da 5 litri di fissativo che, comunque, dovrai diluire con acqua. La proporzione di riferimento è 1 litro di acqua ogni 5 di primer.

Quanto tempo deve passare tra il fissativo e la pittura?

Come già detto in precedenza, l’utilizzo del primer non è da considerarsi una perdita di tempo. Anzi. Diciamo pure che in moltissimi casi ti permette di risparmiare un bel po’ di ore di lavoro. E, in molti casi, pure una mano di colore.

L’aggrappante in genere ha un tempo di asciugatura di circa 8 ore. In alcuni casi viene consigliato addirittura di attendere un giorno prima della stesura della pittura. Va detto, però, che se decidi di imbiancare casa quando fa caldo, i tempi si riducono drasticamente.

Lo scorso anno, ad esempio, noi abbiamo tinteggiato casa in primavera e, il tempo che ci abbiamo messo a stendere il primer su tutte le pareti della stanza, questo si era già asciugato.

Qual’è il periodo migliore per imbiancare?

Il periodo migliore per imbiancare casa è in primavera o in autunno. Le giornate, infatti, non sono così fredde da rendere la vernice troppo densa, né così calde da rendere il passaggio del pennello un’impresa utopistica. Qualche anno fa mi sono trovata costretta a tinteggiare una parete in estate ma le alte temperature non mi permettevano di stendere la pittura che si seccava non appena arrivava a contatto con il muro.

La giornata perfetta sarebbe di sole e con un leggero venticello che asciuga la vernice in un paio di ore. Ma se hai preso la giornata che piove non disperare. Non rischierai sicuramente di compromettere il risultato. Devi solo mettere in preventivo più tempo perché si asciughi il tutto.

Consiglio spassionato: per ottenere una pittura quanto più possibile omogenea, sarebbe meglio svolgere queste operazioni durante il giorno. Se, però, nel tempo che hai a disposizione non puoi godere della luce diurna, puoi sempre farti aiutare da alcuni fari per interno. Ma la mattina dopo controlla il risultato. Io, ad esempio, avevo saltato una striscia intera di parete. Ma con le lampadine mi sembrava tutto perfetto.

Quanto tempo ci vuole per imbiancare 100 mq?

Passiamo ora ad un aspetto logistico di non poco conto: il tempo. Se hai la fortuna di imbiancare casa durante le ferie dal lavoro o in occasione dei giorni di riposo, è una gran cosa. Ma se i tempi sono stretti e la disponibilità di tempo limitata, si fa quel che si può.

Prima di metterti all’opera, considera che ci sono delle tempistiche da rispettare tra una mano di colore e l’altra. Se vuoi stendere la vernice, infatti, devi sempre fare attenzione che la parete sia ben asciutta. E, in alcuni casi, tra una mano e l’altra possono essere necessarie anche 8 ore.

La qualità della pittura, inoltre, incide molto sul tempo di stesura della vernice nella parete. Non dimenticare, infine, che un muro senza porte, infissi o termosifoni può essere tinteggiato anche in 20 minuti. Se hai a che fare con ostacoli di vario genere, invece, devi prevedere anche delle rifiniture con un pennello dalle dimensioni più piccole che ti richiedono un investimento maggiore di tempo.

In linea di massima, tuttavia, per un imbiancare un appartamento di 100 mq puoi impiegare dai 5 ai 10 giorni. In base alla tua disponibilità di tempo, alla stagione che scegli e all’aiuto che riesci a farti dare dagli amici.

Quanto costa imbiancare casa fai da te?

Un ultimo aspetto, ma non per questo meno importante, è dato dal costo. Imbiancare casa fai da te è sicuramente più economico rispetto a chiamare un pittore professionista. C’è da dire, però, che se non si è sicuri di ottenere un buon risultato, forse è meglio investire il proprio denaro coinvolgendo un imbianchino. Altrimenti rischi un enorme dispendio di soldi e di fatica per qualcosa che, comunque, deve poi essere sistemato da qualcun altro.

Il costo di imbiancare casa fai da te dipende molto dalla pittura che si è deciso di stendere. Tuttavia, possiamo dire che il prezzo comprensivo dei materiali per un appartamento di 100 mq può andare dai 150 ai 400 euro.

Foto di Ivan Samkov da Pexels

Bestseller No. 1
MaxMeyer Pittura per interni antimuffa Bioactive BIANCO 1 L
Pronta all'uso; Antimuffa; Risanante; Inodore
16,90 EUR
OffertaBestseller No. 2
MaxMeyer Pittura per interni Bagni& Cucine Fresh BIANCO 4 L
Pronta all'uso; Traspirante; Profuma di fresco - Non cola
22,90 EUR 20,99 EUR
Bestseller No. 3
MaxMeyer Bianca - Pittura murale, Per per camere e soggiorni, Lavabile, Bianc0, 4 L
Elevato punto di bianco; Lavabile; Bianco duraturo; Ottima resa
32,90 EUR
Bestseller No. 4
Pittura Traspirante Idropittura Bianca per Interni Maristella (13 LT)
Idropittura a tempera traspirante da interno; A base di resine vinilacriliche in dispersione acquosa
26,90 EUR
OffertaBestseller No. 5
MaxMeyer Pittura per interni Lavabile Subitobianco BIANCO 5 L
Pronta all'uso; Effetto vellutato; Bianco Luminoso - Monomano
34,90 EUR 22,90 EUR

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Maschera idratante viso fai da te: le ricette più efficaci

La maschera idratante viso fai da te è un ottimo strumento che ti permette di rendere la pelle più morbida e liscia. Ma non solo. Ti permette di eliminare le impurità dovute allo smog e i vari residui di trucco.

In commercio esistono molte varianti, alcune più economiche mentre altre più costose. Quelle che andremo a vedere oggi, però, sono delle ricette semplici e veloci da preparare per realizzarne una in casa. Con ingredienti facili da trovare e che sicuramente avrai già in dispensa.

Maschera antirughe alla carota

La carota è un ortaggio che abbiamo sicuramente a disposizione a casa. O, comunque, che riusciamo recuperare con una certa facilità al supermercato o dal fruttivendolo. Forse non lo sai, però, che il succo di questa verdura svolge un’azione idratante nella pelle. Non solo: aiuta anche a tonificarla e a proteggerla dall’esposizione dei raggi solari.

Per preparare una maschera idratante viso fai da te con effetto antirughe ti servono:

  • carote, 2
  • cucchiai di miele, 3

Prendi gli ortaggi e cuocili a vapore finché non si saranno ben ammorbiditi, quindi toglili dall’acqua e sgocciola per bene. Versa i due ingredienti all’interno di una ciotola e mescola fino ad ottenere una crema densa ed omogenea. Stendi il composto ottenuto sulla pelle del viso pulita e asciutta facendoti aiutare da un pennello. Lascia agire per una decina di minuti, quindi sciacqua per bene.

LEGGI ANCHE: Come eliminare le occhiaie: 10 rimedi naturali

Maschera allo yogurt per la pelle secca

La pelle secca un fastidio che può essere dipeso da diverse cause, come i lavaggi frequenti, il vento, la troppa esposizione al sole senza le dovute protezioni o il freddo. Per risolvere il problema, ecco la maschera idratante viso fai da te allo yogurt perfetta per l’occasione:

  • banana, metà
  • yogurt bianco , mezzo barattolino
  • olio di oliva, un cucchiaio

Prendi la banana e schiacciala fino ad ottenere una purea. Versala all’interno di una ciotola insieme allo yogurt e all’olio d’oliva, quindi mescola per bene fino ad ottenere un composto omogeneo. Stendi il tutto sulla pelle del viso pulita e asciutta e attendi per una ventina di minuti, quindi risciacqua con cura.

Maschera lenitiva all’aloe e lavanda

Nel caso in cui la pelle sia soggetta a dermatiti, disidratazione o screpolature, ti consiglio di preparare questa maschera idratante per il viso fai da te all’aloe e lavanda con effetto lenitivo. Si tratta di un composto facile da preparare e che ti permetterà di alleviare la sensazione di secchezza e di pelle che tira. Ma anche di dare all’epidermide quell’insieme di proprietà nutritive che le servono per ritrovare la luminosità. Ecco cosa ti serve:

  • aloe vera in gel, 50ml
  • essenza di lavanda, 10 gocce

Versa i due ingredienti all’interno di un flaconcino, quindi agitalo per bene in modo che i due elementi si mescolino per bene. Riponi poi il contenitore in frigorifero finché non si sarà ben freddato. A questo punto, non ti rimane che stenderlo nel viso e tenerlo in posa per una decina di minuti. Durante questo lasso di tempo la maschera verrà assorbita completamente dalla pelle. E, quindi, non avrai bisogno di sciacquare.

Offerta
455 Recensioni
Homasy 50ml Olio Essenziale, 100% puro e Naturale Olio Essenziale per Diffusori Ultrasuoni, Naturali Oli Essenziali per massaggi e aiuto per il sonno, Migliore per il Regalo-Lavanda
  • Tutto Naturale: l'olio essenziale di lavanda più conosciuto e versatile viene estratto dalla...
  • Altamente Concentrato: Tutto concentrato in una bottiglia di Homasy 50ml olio di lavanda puro,...
  • Usi Multipli: diluire con un olio vettore per la cura della pelle, le condizioni della pelle e...

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Maschera rassodante alla mela

La mela è un frutto perfetto da utilizzare come ingrediente per la maschera per il viso idratante fai da te. La sua polpa, infatti, è ricca di proprietà rinfrescanti e rassodanti. Ma è anche un’ottimo alleato per la nostra bellezza, dato che svolge un’azione disinfettante e antibatterica. Ecco cosa ti serve:

  • mela a pasta farinosa, 1
  • miele, 2 cucchiai

Sbuccia e pulisci la mela da impurità e torsolo, quindi tagliala a tocchetti e frullane la polpa. Trasferisci la purea in un piccolo contenitore e aggiungi il miele. Stendi il composto ottenuto nel viso e mantieni in posa per almeno 30 minuti, quindi risciacqua accuratamente con dell’acqua tiepida.

LEGGI ANCHE: Pancia gonfia: 12 rimedi naturali

Maschera anti-age all’avocado

L’avocado è un frutto di origine esotica che avrai sicuramente già apprezzato in alcuni piatti della cucina messicana. Forse non sai, però, che questo alimento viene spesso impiegato per la realizzazione di maschere idratanti viso fai da te perché è ricco di proprietà anti-age che favoriscono sia il rinnovamento cellulare, che l’elasticità della pelle. Ecco gli ingredienti per preparare il tuo intruglio di bellezza:

  • avocado, 1
  • olio di oliva, 1 cucchiaio
  • miele, 1 cucchiaio

Togli la buccia e il nocciolo all’avocado, quindi schiaccia la polpa aiutandoti con i rebbi della forchetta. Trasferisci la purea ottenuta all’interno di una ciotola insieme all’olio di oliva e al miele. Mescola per bene e stendi sulla pelle asciutta. Mantieni la maschera di bellezza in posa per almeno mezz’ora, quindi sciacqua accuratamente.

Maschera esfoliante al miele e limone

Il limone svolge nella pelle un’azione astringente. Questo agrume insieme al miele fa parte di quella categoria di ingredienti che teniamo tutti in dispensa. Utilizzati insieme, possono trasformarsi nella combo perfetta per realizzare una maschera esfoliante, particolarmente indicata per le pelli impure e grasse. Ecco cosa ti serve:

  • zucchero bianco, 1 cucchiaio
  • succo di mezzo limone
  • miele, 1 cucchiaio

Versa tutti gli ingredienti all’interno di un contenitore, quindi inizia a mescolare fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea. Ti consiglio di aggiungere il succo di limone poco per volta, in modo da ottenere una crema sempre più vellutata. Stendi il composto ottenuto con un pennello nella pelle del viso asciutta a pulita e tieni in posa per almeno 20 minuti prima di sciacquare.

Maschera emolliente allo yogurt e avocado

La maschera emolliente è la soluzione perfetta da utilizzare quando la pelle del viso risulta piuttosto arrossata o infiammata. Per alleviare la sensazione è indispensabile fare in modo che l’epidermide diventi nuovamente morbida e liscia. E’ per questo che avocado e yogurt possono venirci incontro. Ecco come:

  • avocado maturo, un quarto
  • tuorlo d’uovo, 1
  • yogurt bianco, 1 cucchiaio

Trasferisci gli ingredienti scritti all’interno di una ciotola e inizia a mescolarli fino ad ottenere una crema omogenea. Per agevolare questo processo, ti consiglio di schiacciare la polpa del frutto esotico con una forchetta. Stendi nel viso la crema ottenuta e attendi per almeno 30 minuti prima di risciacquare accuratamente.

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rimani sempre aggiornato con le PROMOZIONI e le NEWS dedicati alla famiglia e alla casa e iscriviti al canale Telegram Mamma Shop Online

Come tagliarsi i capelli da sola

A tutte noi almeno una volta nella vita sarà capitato di voler sistemare la propria chioma ribelle con le forbici di casa. Vuoi per la mancanza di tempo per andare dal parrucchiere, vuoi per una questione economica, ogni persona si è trovata a doversi dare una sistemata in testa senza l’aiuto di un professionista. Ma come fare in questi casi?

Se è la tua prima volta e non sai come tagliarti i capelli da sola, nei prossimi paragrafi troverai alcuni consigli utili che ti permetteranno di ottenere un risultato eccezionale, senza commettere errori madornali. Perché, diciamocelo, al momento di sguainare la forbice, quel pizzico di paura di dover girare nelle prossime settimane con il cappellino di lana in testa rimane sempre.

Acquista delle forbici professionali

Esistono le forbici per tagliare la carta e quelle per aprire il sacchetto delle patatine. E poi ci sono quelle per mettere ordine nella propria chioma. Uno degli aspetti fondamentali da tenere a mente mentre stai cercando di capire come tagliarti i capelli da sola riguarda gli strumenti da utilizzare.

Ti consiglio di investire poche decine di euro per acquistare delle forbici professionali nel caso non ne avessi già a disposizione in casa. Io personalmente una volta mi sono ritrovata a dovermi sistemare delle imbarazzanti doppie punte e avevo sotto mano solo la forbice che usiamo per aprire i pacchi di pasta. Beh, ecco, lasciamo perdere. Diciamo che nelle punte si erano increspati al punto da assomigliare ad una scopa in crine.

In commercio sono disponibili diversi tipi di forbici professionali. Ognuno specifico per il risultato che vuoi ottenere. In linea di massima, tuttavia, la distinzione è questa:

  • forbici con lama dritta: indicata per tagli scalati o pari;
  • forbici con pettine integrato: utili per sfoltire la chioma
Offerta
2.214 Recensioni
Forbici Parrucchiere Professionali, CIICII 8Pcs Kit Forbici per Capelli (6,7 Pollici/ Nero) & Forbici Sfoltire & Pettine Capelli per Taglio di Capelli da Fai da te/ Casa/ Barbiere
  • ✄Forbici parrucchiere in materiale premium:●CIICII Forbici parrucchiere professionali...
  • ✄Stile semplice & Design ergonomico: ❶Design dell'impugnatura offset - Molto ergonomico e...
  • ✄Forbici parrucchiere multiuso: Con una lunghezza di 6,7 pollici, CIICII Set forbici...

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come scegliere il pettine

Come tagliarsi i capelli corti da sola? Innanzitutto prima di eseguire un taglio di questo tipo è fondamentale tenere a portata di mano un pettine dalle setole strette, che ti permetterà di lisciare il più possibile la chioma. Punto di partenza da non dimenticare, soprattutto se hai i capelli ricci.

Nel caso tu abbia optato per sistemare le ciocche ancora umide, allora è meglio scegliere per i pettini in legno con i denti larghi. Se la tua idea, invece, è quella di sistemare l’acconciatura con i capelli asciutti, è bene preferire quelli in plastica con i denti ben stretti.

Se, poi, il tuo taglio prevede la divisione della testa in zone, allora ti consiglio di recuperare un pettine con setole strette da una parte e coda dall’altra. Utilissimi anche per fare la riga in testa.

Quanto accorciare?

Una risposta universale a questa domanda non esiste. Diciamo che tutto dipende dal risultato che vorresti ottenere. Se, ad esempio, il tuo obiettivo è quello di eliminare le doppie punte, ti consiglio di svolgere tutte le operazioni di taglio mantenendo i capelli asciutti. In questo modo ti sarà ben chiara la quantità delle ciocche da eliminare ed eviterai il rischio di accorciare più dello stretto necessario.

Nel caso in cui, invece, volessi dare un taglio drastico, è preferibile bagnare prima le ciocche. La cosa migliore è quella di svolgere l’operazione dopo aver lavato i capelli e tamponati con l’asciugamano prima di asciugarli con il phon. Ma se non hai tempo, puoi sempre spruzzarci sopra dell’acqua finché non avranno perso un bel po’ del loro volume.

489 Recensioni
2 Pezzi Pettini in Fibra di Carbonio Pettine per Coda di Ratto e Pettine con Salone Denti Larghi e Fini Raddrizzare Strumenti per Cura dei Capelli da Parrucchiere
  • Materiale leggero e resistente: i pettini per trecce di separazione sono realizzati in fibra di...
  • Dimensioni ragionevoli: il pettine a coda di topo è di ca. 22 x 2,8 x 0,4 cm/ 8,7 x 1,1 x 0,2...
  • Buona combinazione di pettini: un set contiene pettine a coda di ratto e pettine da taglio, la...

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

La tecnica dei codini per un taglio netto

Come tagliarsi i capelli da sola e ottenere un taglio netto? La soluzione migliore è quella di usare la tecnica dei codini. Separa la chioma con una riga centrale grazie all’aiuto di un pettine a coda. Porta ora i capelli davanti alle spalle, continuando a mantenere la divisione.

Adesso non dovrai fare altro che legare le ciocche con degli elastici, creando così due codini. Nel caso la tua piega sia particolarmente voluminosa, puoi sempre aiutarti realizzando due codini per parte, facendo però attenzione che siano tutti e quattro alla stessa altezza.

Taglio scalato: come scalare i capelli da sola

Come tagliarsi i capelli di sola ottenendo un taglio scalato? Sistemare la propria chioma a casa non significa necessariamente rinunciare ad un’acconciatura alla moda e che ti permette di sentirti bella. Ecco, quindi, come procedere con la descrizione passo passo.

La prima cosa da fare è quella di dividere la testa in quattro diverse sezioni. Le ciocche contenute in esse, andranno poi legate con gli elastici formando dei lunghi codini. Per ottenere un risultato più omogeneo è preferibile fare una riga a metà sopra la testa creando sue parti simmetriche. E dividere di nuovo ogni singola parte a metà. Poi lega le ciocche in codini ben adesso al cuoio capelluto. A questo punto, taglia le punte in orizzontale.

Non dimenticare i ritocchi

Ritoccare l’acconciatura finale è fondamentale per evitare l’effetto a scalino. Per farlo ti basterà tenere la forbice in verticale e tagliare le punte finché sono ancora umide. In questo modo riuscirai ad ottenere un effetto quanto più uniforme.

Come tagliare la frangia da zero

Se nel tuo look non può mancare la frangia, puoi sempre cercare di crearla da zero. Ti basterà dividere la testa a metà con il pettine a punte strette. Crea poi un triangolo, facendo attenzione a fare in modo che l’angolo esterno corrisponda a due terzi della lunghezza del sopracciglio. A questo punto prendi questa sezione dei capelli e pettinala.

Prendi la ciocca e tagliala in orizzontale all’altezza del naso. A questo punto asciuga con il phon le ciocche in modo da vedere se la lunghezza va bene oppure se preferisci un taglio più corto. In quest’ultimo caso, prendi le forbici e completa con i ritocchi finali tenendo l’arnese sempre in posizione verticale.

Ma se hai paura di sbagliare, eccoti un video che spiega molto bene tutti i passaggi del taglio e come fare per tagliarsi i capelli da sola da zero senza commettere errori.

Rimani sempre aggiornato con le PROMOZIONI e le NEWS dedicati alla famiglia e alla casa e iscriviti al canale Telegram Mamma Shop Online

Depilazione brasiliana fai da te: ecco come

La depilazione brasiliana è una variante della ceretta tradizionale. Questa valida alternativa è la soluzione ideale che hai intenzione di trasformare le gambe e la zona bikini in aree del corpo completamente glabre.

Rispetto alla semplice ceretta, questo sistema di depilazione viene fatto seguendo un approccio molto più invasivo ma che permette l’eliminazione dei peli più a lungo nel tempo. E, generalmente, viene preferito da coloro che voglio un risultato di tipo integrale. Se, quindi, nelle tue intenzioni c’è quella di fare qualcosa di efficace e che duri per diverse settimane, questa potrebbe essere una buona alternativa.

LEGGI ANCHE: Tisane drenanti fai da te: 5 ricette da provare

Perché sceglierla

La ceretta brasiliana consiste nello stendere questo impasto caldo nella zona interessata del corpo e attendere finché non indurisce. A questo punto, bisogna solo mantenere in posa per un paio di minuti e togliere con un unico movimento. In alcuni casi lo stesso procedimento viene svolto con l’aiuto delle strisce da ceretta.

Ebbene, dal momento che questo impasto si “secca” sopra la pelle, riesce ad inglobare tutti i peli fin dal primo momento. In questo modo, ad esempio, eviterai di dover dare continue ripassate con ceretta e strisce per ultimare il lavoro. E se hai la pelle delicata, sai quanto possa fare male irritare ancora di più la parte arrossata con continui strap.

Altro punto da non trascurare è che, visto che la pasta blocca per bene i peli, quando andrai a toglierla questi verranno via più facilmente insieme al loro bulbo pilifero. Con la ceretta tradizionale, infatti, il rischio è di spezzare a metà il pelo con il risultato di ritrovarsi dopo qualche giorno con la ricrescita dura quanto tronchi di pino. La depilazione brasiliana, invece, ti permette di preoccuparti nuovamente del problema peli anche dopo diverse settimane. Il che non è male come tempistica, soprattutto se di tempo ne hai sempre molto poco a disposizione.

LEGGI ANCHE: Come eliminare le occhiaie: 10 rimedi naturali

Prezzo

Tra i punti di forza della depilazione brasiliana sicuramente non c’è il prezzo. Soprattutto se vai a farla da un professionista. L’importo può variare in base al centro estetico e alla regione di riferimento. Tuttavia, le cifre vanno dai 35 euro in su. Decisamente più alto rispetto alla ceretta tradizionale.

E’ pur vero, però, che bisogna valutare bene la spesa. Io, personalmente, mi trovo meglio con questo metodo rispetto al classico. Soprattutto per una questione di ricrescita. Una volta uscita dall’estetista, infatti, mi dimentico completamente il problema per almeno 4/5 settimane. E i peli che provano a fare capolino sono comunque molto morbidi e crescono in modo diradato. Con il sistema classico, invece, sono sempre stata costretta ad armarmi di cera e strisce una volta ogni dieci giorni.

Il mio consiglio è quello di provare questo procedimento per la rimozione dei peli superflui almeno una volta. E di valutare la situazione nelle settimane successive. Se vedi che è una spesa troppo ingente per le tue finanze, puoi sempre tornare al metodo tradizionale. O provare a farla in casa.

Come si prepara

Se per te la spesa della depilazione brasiliana dall’estetista è troppo impegnativa per le tue finanze o, semplicemente, non hai tempo di andare, puoi sempre provare la soluzione fai da te a casa. Prima di iniziare ad armeggiare con gli ingredienti per la preparazione dell’impasto, ti consiglio di iniziare a preparare la pelle.

La cosa migliore sarebbe quella di lavare la zona del corpo interessata con sapone neutro e acqua calda. Dopo un buon risciacquo, asciuga per bene senza aggiungere né creme, né oli per il corpo, né tanto meno lozioni di vario genere.

La ricetta fai da te

Passiamo ora alla parte pratica. Quella che andremo a vedere di seguito è la ricetta per la ceretta brasiliana fai da te, semplicissima da preparare e con degli ingredienti che avrai già sicuramente a casa:

  • zucchero, un cucchiaio;
  • acqua, un cucchiaio;
  • miele, due cucchiaini;
  • succo di limone, qualche goccia

Prendi un pentolino e versaci all’interno tutti gli ingredienti. A questo punto mescola per bene finché non siano diventati ben omogenei e attendi che si sciolgano del tutto. Quando vedi che l’impasto appena creato avrà ottenuto un aspetto ambrato e un colore traslucido, spegni il fuoco e metti da parte a freddare.

Non appena l’impasto sarà freddo, dovrai scaldarlo con le mani. Una volta ben ammorbidito, potrai stenderne uno strato leggero nella zona interessata facendo attenzione che i peli siano ben inglobati. Quando si sarà seccato del tutto (basta qualche minuto di attesa), dovrai tirare la pasta cercando nel frattempo di tenere la pelle molto tesa. In questo modo attenuerai la sensazione del dolore.

Consigli per un risultato perfetto e indolore

Per ottenere un risultato perfetto, ti consiglio di evitare di indossare vestiti troppo attillati subito prima o subito dopo il trattamento, in modo da evitare che la circolazione sanguigna si concentri nella zona interessata.

Se la tua paura, invece, riguarda il dolore, ti confesso che, almeno secondo la mia esperienza, la depilazione brasiliana potrebbe essere dolorosa al momento della rimozione dell’impasto. E poi basta. Nessun male nelle ore successive. Ma se, comunque, vuoi prepararti prima, potresti sempre provare con un gommage esfoliante che aiuta ad eliminare la pelle da impurità di ogni tipo o da cellule morte (che sono quelle che in fase di strap di solito ti fanno venire le lacrime agli occhi).

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rimani sempre aggiornato con le PROMOZIONI e le NEWS dedicati alla famiglia e alla casa e iscriviti al canale Telegram Mamma Shop Online

Scrub naturale corpo fai da te

Lo scrub è un rimedio perfetto per ripulire la nostra pelle da tutte le impurità che assorbe durante il giorno. Residui di trucco, smog e creme sono solo alcune delle cose che si adagiano nella strato superficiale della nostra epidermide e che la rendono più secca e dal colorito più spento. Trattare la pelle con un esfoliante almeno una volta alla settimana può rivelarsi un ottimo sistema per ripulirla dallo sporco e per eliminare eventuali cellule morte. In questo modo riuscirai a renderla più liscia e dall’aspetto più luminoso.

In commercio sono disponibili moltissimi prodotti cosmetici che ti possono aiutare a far tornare la pelle luminosa e bellissima. Ma quelle che andremo a vedere oggi sono delle ricette per realizzare uno scrub naturale corpo fai da te con ingredienti semplici da trovare (e che, sicuramente, avrai già in cucina).

LEGGI ANCHE: Pancia gonfia: 12 rimedi naturali

Quando e come

Lo scrub naturale corpo è un composto a base di microgranuli che viene generalmente steso sulla zona interessata. Per ottenere un risultato migliore, bisognerebbe effettuare un piccolo massaggio con movimenti circolari per qualche minuto. In questo modo riuscirai a eliminare dalla pelle tutte le impurità e le cellule morte.

Il momento migliore della giornata in cui applicare l’esfoliante è la sera. Meglio se prima di coricarsi. La cosa migliore sarebbe quella di concedersi una decina di minuti in cui prima fare un bagno di vapore. In questo modo stimolerai la dilatazione dei pori e sarà più semplice togliere impurità e sporco in profondità. Ma, se i tuoi tempi sono contati, anche dopo una bella doccia (o un bagno rilassante) va benissimo.

Offerta
2.266 Recensioni
L'Oréal Paris Scrub Viso e Labbra Sugar Scrub, Esfoliante Purificante con Cristalli Fini di Zucchero e Semi di Kiwi, 50 ml, Confezione da 1
  • Formula con il 100% di attivi esfolianti di origine naturale ricchi di nutrienti essenziali,...
  • Formula caratterizzata da una combinazione di ingredienti purificanti, oltre a favorire...
  • Semi di kiwi, per levigare la pelle, così da ridurre visibilmente i punti neri

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Scrub viso per tutti i tipi di pelle

Lo scrub naturale corpo dedicato a tutti i tipi di pelle del viso è davvero molto semplice e veloce da preparare. La ricetta che ti indicherò di seguito va benissimo per qualsiasi tipo di pelle, sia maschile che femminile. E ti permetterà di far tornare la pelle del viso morbida e luminosa come quella dei bambini. Ma vediamo come fare. Gli ingredienti sono:

  • zucchero, 1 cucchiaino
  • miele, 2 cucchiaini
  • olio di oliva, 3 cucchiaini

Mescolate per bene gli ingredienti fino ad ottenere un composto abbastanza omogeneo. Applica nelle guance, nella fronte, nel naso e nel mento con movimenti circolatori. Ricorda che deve essere un massaggio dolce, quindi se inizi ad avvertire una piccola sensazione di bruciore, ti consiglio di usare un po’ più di delicatezza. Fai attenzione, inoltre, al contorno occhi. Una volta terminata l’applicazione, tieni in posa per una decina di minuti, quindi risciacqua per bene con dell’acqua tiepida.

Scrub viso per pelli secche

Hai problemi di pelle secca, particolarmente sensibile e che si squama facilmente? Allora lo scrub naturale corpo che fa al caso tuo deve essere idratante e nutriente. Ma, allo stesso tempo, deve essere abbastanza delicato per evitare di mettere ancora più sotto stress la pelle. Ed ottenere così l’effetto contrario. Ecco gli ingredienti necessari:

  • miele, 1 cucchiaino
  • yogurt bianco intero, 2 cucchiai
  • zucchero di canna, 3 cucchiai

Scrub per il corpo

A differenza delle ricette dedicate alla cura del viso, lo scrub naturale corpo dovrebbe essere realizzato con del sale grosso. La pelle di braccia, gambe e torso, infatti, richiede una pulizia più decisa. E i chicchi, essendo di dimensione più grande, riescono a eliminare le cellule morte e a riattivare la circolazione più in fretta.

Non solo: questo ingrediente è ricco di zinco e di potassio, due minerali in grado di purificare l’epidermide e di stimolare la produzione di collagene. In alternativa al semplice sale grosso, puoi utilizzare anche il sale rosa dell’Himalaya. In entrambi i casi, puoi amalgamarlo con un unguento vegetale, come l’olio di mandorla, che riesce a nutrire in profondità e a ridonare elasticità alla pelle.

Scrub per le gambe

Le gambe sono una di quelle parti del corpo che spesso trascuriamo. Eppure è importante prendersi cura anche della loro bellezza. Soprattutto se dobbiamo prepararci a fare la ceretta o a prendere la tintarella. Ecco gli ingredienti perfetti per uno scrub naturale corpo dedicato alle gambe, ideale per prevenire irritazioni e per idratare la pelle:

  • fondi di caffè, 2 cucchiai
  • zucchero di canna, 1 cucchiaio
  • olio di cocco, 4 cucchiai

Una volta amalgamati tutti gli ingredienti, stendili sulla pelle asciutta e massaggia per almeno 10 minuti, quindi ripulisci il tutto con dell’acqua tiepida. Questo intruglio, se fatto prima della ceretta, ti permetterà di vedere la pelle morbida già dopo il primo strappo. E l’azione del caffè, inoltre, è utilissima anche contro la cellulite.

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rimani sempre aggiornato con le NEWS e scopri gli sconti fino al -70%

Tisane drenanti fai da te: 5 ricette da provare!

Le tisane drenanti sono delle bevande che si creano utilizzando estratti di piante officinali o di erbe. Grazie alla sinergia che si crea tra questi elementi naturali, riesce a prendere vita un potente elisir di bellezza. Ma, soprattutto, di benessere. Tra i benefici che si possono ottenere dalle tisane drenanti sono innumerevoli. Uno tra tutti è quello di riuscire ad eliminare i liquidi in eccesso. Di conseguenza, il nostro corpo troverà giovamento diminuendo la pancia gonfia, eliminando la cellulite e alleviando l’effetto buccia d’arancia. Non solo.

Queste bevande sono anche indicate per agevolare il funzionamento dell’apparato urinario e dell’apparato digerente. Il loro potere disintossicante, infatti, ti aiuterà sia a dimagrire che a ripulirti da eventuali tossine.

Iscriviti al canale Telegram e ricevi sconti fino al -70%

Ed è proprio per aiutarti a sentirti di nuovo bella, che oggi andiamo a vedere le 5 ricette di tisane drenanti fai da te che puoi preparare comodamente a casa con le tue mani. Facili da preparare e veloci. Ma, soprattutto, con ingredienti facili da trovare e che non costano uno sproposito. Scopriamole insieme.

Tisana drenante fai da te: ricetta all’ortica

L’ortica è un’erba infestante di orti e giardini. Ma è anche un ottimo rimedio naturale per la realizzazione di bevande che siano in grado di stimolare la diuresi. al suo interno, inoltre, è possibile trovare anche le vitamine A, C e D, l’acido folio e i tannini.

Ingredienti:

  • 30 gr di foglie di ortica;
  • 30 gr di semi di finocchio;
  • 10 gr di semi di lino

Prepara questo mix di ingredienti e andate a versarlo all’interno di un litro di acqua. Mantieni il tutto in infusione per almeno una decina di minuti, Trascorso questo tempo, filtra bene, quindi versa in una teiera. Puoi consumarne una tazza anche tre volte al giorno.

LEGGI ANCHE: Come eliminare le occhiaie: 10 rimedi naturali

Tisana drenante agli asparagi

Gli asparagi sono un alimento che viene spesso utilizzato in cucina e che è ben noto per le sue proprietà diuretiche. Perfetti, quindi, anche come ingrediente per una tisana drenante e depurativa di grande effetto.

Ingredienti:

  • 2 asparagi;
  • 20 gr di zenzero fresco;
  • la buccia di 1 limone

Versa lo zenzero e la buccia di limone all’interno di un pentolino insieme a mezzo litro di acqua. Una volta raggiunta l’ebollizione, aggiungi gli asparagi che avrai precedentemente lavato e tagliato a tocchetti. Fai sobbollire per altri 10 minuti a fiamma bassa, quindi spegni il fuoco e attendi per altri 10 minuti, quindi filtra il liquido. La puoi gustare anche fredda durante la giornata.

Tisana drenante al finocchio

Il finocchio è un alimento che detiene proprietà digestive e depurative. Perfetto, anche, se hai una sensazione di perenne gonfiore alla pancia o nelle articolazioni. Assumerlo regolarmente significa aiutare il nostro fisico a liberarsi delle tossine in eccesso e migliorare la digestione. E cosa c’è di meglio che inserire questo ingrediente in una delle nostre deliziose ricette di tisane drenanti fai da te?

Ingredienti:

  • 4 cucchiaini di semi di finocchio

Versa i semi di finocchio all’interno di un pentolino dove avrai messo a bollire mezzo litro di acqua. Lascia in infusione per una dozzina di minuti, quindi filtra per bene il contenuto. La tisana può essere gustata sia a caldo che a freddo per due o tre volte al giorno.

Tisana drenante allo zenzero

Lo zenzero è un ingrediente che viene usato spesso in cucina. In special modo per la preparazione delle torte. Forse non sai, però, che è perfetto anche per la preparazione di tisane digestive e depurative. E, soprattutto, che aiutano ad eliminare le tossine e i liquidi in eccesso.

Ingredienti:

  • 30gr di radice di zenzero fresco

Personalmente preferisco utilizzare la radice di zenzero fresco rispetto alla versione in polvere, poiché la prima contenere maggiori proprietà benefiche. Versala in un pentolino con 200 ml di acqua, quindi attendi fino all’ebollizione. Fai proseguire il bollore per altri 10 minuti, quindi tieni in infusione per altri 15 minuti. Filtra il liquido prima di gustare.

Tisana drenante alla betulla

La betulla è una pianta che viene spesso utilizzata in erboristeria per le sue proprietà diuretiche, ma anche per alleviare gli effetti della cellulite. Ideale, anche, per eliminare le tossine in eccesso e per risolvere i problemi legati a gotta e cistite. Eccola quindi come ingrediente ideale per le ricette di tisane drenanti fai da te.

Ingredienti:

Versate entrambi gli ingredienti in un pentolino con un litro di acqua e fate sobbollire il tutto per almeno un’ora. Spegnete poi il fuoco e lasciate in infusione per almeno altri 8 minuti prima di filtrare e gustare.