Piantare tulipano in vaso o a terra: come fare?

La nostra rubrica di giardinaggio prosegue e, dopo aver parlato di come Trapiantare una pianta da vaso a terra, oggi ci focalizziamo su un fiore che spesso abbellisce e dà colore alle nostre case.

Quello che andiamo a scoprire oggi è come piantare un tulipano in vaso o a terra. Devi sapere, infatti, che bastano solo poche e semplici accortezze per veder fiorire questo bellissimo bulbo anno dopo anno. E senza fare troppa fatica. Ma vediamo come.

Iscriviti al canale Telegram e ricevi sconti fino al -70%

Quando si piantano i bulbi di tulipano?

Partiamo innanzitutto dall’identificazione del periodo perfetto per piantare un tulipano, ossia l’autunno. Certo, tu magari con la fine di febbraio ne vedi moltissimi dal fiorista o nei vivai, ma devi sapere che per ottenere una buona fioritura, è necessario prendersi per tempo.

Una volta che avrai deciso la destinazione del fiore, che sia in vaso o a terra, e procedere interrando il bulbo in un periodo che va da ottobre a dicembre. Mi raccomando, è importante effettuare questo procedimento prima che arrivino le gelate. Soprattutto se la tua intenzione è quella di posizionarlo in giardino. Altrimenti rischierai che con le basse temperature il fiore non farà in tempo ad attecchire al suolo.

Il mio consiglio è quello di scegliere il periodo di luna crescente del mese di novembre. In questo modo agevolarti il perfetto adattamento del bulbo al suolo e la sua crescita.

Come piantare i bulbi di tulipano in vaso?

Se hai deciso di piantare il tulipano in vaso, ti suggerisco di scegliere una posizione della casa abbastanza soleggiata. Soprattutto se poi hai intenzione di lasciarlo in balcone.

Prendi un vaso, meglio se in terracotta e con un foro nel fondo. Prepara ora un mix con del terriccio, la sabbia e un po’ di torba. A questo punto, aggiungi al composto appena realizzato un po’ di concime organico.

Versa ora nel fondo del vaso uno strato di argilla espansa (vanno bene anche solo un paio di centimetri). In questo modo eviterai i ristagni di acqua nel fondo del recipiente che contribuiscono solo a far marcire le radici. Aggiungi poi il composto a base di terriccio appena preparato fino ad arrivare a metà del contenitore.

Prendi ora il bulbo e adagialo con delicatezza sul terriccio, facendo attenzione che la punta sia sempre rivolta verso l’alto. E che la profondità nel quale lo stai posizionando sia pari al doppio della sua altezza. Poi ricopri il tutto con il composto di terra rimanente e innaffia per bene.

Offerta
NUTRI 1 ONE One Concime concentrato per Piante e Fiori, 1 litro
  • One è un concime liquido concentrato per piante e fiori sani e rigogliosi
  • Grazie alla sua speciale formulazione one aumenta la crescita della pianta con maggior sviluppo...
  • One aumenta lo sviluppo delle radici così da migliorare l'assorbimento dei nutrienti

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Come si conservano i bulbi dei tulipani?

Quando i tulipani avranno completato il loro ciclo di fioritura e ti accorgi che le foglie sono ormai appassite, estrai il bulbo dal terreno e taglia il gambo del fiore. Pulisci per bene il bulbo e mettilo ad asciugare. Custodiscilo poi all’interno di una scatola o, comunque, in un posto fresco e asciutto fino al prossimo autunno.

Come piantare i bulbi di tulipano in giardino?

Nel caso avessi a disposizione un piccolo spazio verde a casa, invece, puoi sempre pensare di piantare i tulipani a terra. In questo modo, potrai assicurarti delle aiuole molto fiorite in primavera. Ma come si fa in questi casi?

La soluzione più utile per piantare un tulipano in giardino è quella di preparare innanzitutto la terra. Smuovila per bene, meglio se con l’aiuto di una zappa. So che sarà faticoso, ma cerca di fresare quanto più terreno possibile. Questo fiore non ha radici lunghe, ma la sua crescita attorno ad un terreno morbido risulterà molto più semplice.

Posiziona nel fondo della buca del concime organico, quindi adagia il bulbo con delicatezza, ricordandoti di tenere la punta sempre verso l’alto. A questo punto, ricopri il tutto con la terra e innaffia. Durante questo procedimento, fai attenzione a fare in modo che il fiore non venga ricoperto da più di 10 cm di terra, altrimenti farà fatica a fiorire.

Come curare una pianta di tulipani?

Una volta che avrai piantato il tuo tulipano, non ti rimane che adottare solo alcune accortezze che ti permetteranno di farlo crescere in buona salute. E, ovviamente, anche di farlo fiorire in tutta la sua bellezza.

Quando innaffiarlo?

Il primo punto riguarda l’acqua. O, meglio, quante volte innaffiare questo bellissimo fiore onde evitare che marcisca o muoia disidratato. Ebbene, qui c’è una piccola distinzione da fare. Nel caso in cui tu abbia piantato il tuo bulbo a terra, non dovrai preoccuparti più di tanto. Il fiore, infatti, acquisirà i nutrimenti di cui ha bisogno dal terreno e dalla pioggia. Ovvio è che, se ti accorgi che si sta attraversando un periodo di siccità, forse è meglio aiutarlo a sopravvivere dandogli un po’ di acqua in modo da mantenere la terra morbida.

Nel caso in cui, invece, avessi provveduto a piantare il tulipano nel vaso, ti consiglio di fare attenzione a non innaffiarlo più di due volte alla settimana. Un altro consiglio molto utile in questi casi è quello di assicurarsi che non rimangano ristagni di acqua nel fondo. A tal proposito, ti suggerisco di svuotare il sottovaso dall’acqua fuoriuscita al termine di ogni innaffiatura.

Quando concimare?

Passiamo poi al fattore riguardante il concime. Questo composto, sia esso di origine organica o chimica, può aiutare la crescita e la fioritura dei fiori. Tuttavia, è bene sapere che, come in tutte le cose, il troppo stroppia. Evita, quindi, di sommergere il bulbo da strati di concime. Ma anche di continuare ad aggiungere queste sostanze nutritive al terriccio ogni settimana.

La cosa migliore sarebbe quella di aiutare la crescita della pianta in primavera, prima e durante la fioritura del bulbo. E, se ne hai la possibilità, dagli come nutrimento un compost fai da te domestico che puoi tranquillamente ottenere dagli scarti vegetali.

La scelta del vaso

Se la tua idea è quella di piantare il tulipano in vaso, dovrai fare attenzione a quale contenitore scegliere. Il primo dettaglio da non trascurare riguarda le dimensioni. Un recipiente troppo piccolo, infatti, rischia di non far respirare adeguatamente il bulbo. E, di conseguenza, rischierà di morire a causa di mancanza di nutrimenti.

Il secondo dettaglio riguarda il materiale. Io, ad esempio, a casa ho diversi modelli ma preferisco usare sempre un vaso in terracotta. a differenza di quello di plastica, infatti, risulterà sicuramente più pesante, ma credo che riesca a riparare al meglio la terra (e, di conseguenza, anche il fiore), da eventuali escursioni termiche troppo marcate.

Bestseller No. 1
5 Pezzi Bulbi Di Tulipano Bulbi Da Fiore Tulipani Esotici Da Giardino Fioriscono Con Fiori Gialli E Rossi Illuminano In Modo Affascinante Il Giardino
I bulbi di tulipano crescono e fioriscono meglio in pieno sole, ombra parziale.; Tulip i colori accattivanti sembrano dipinti con un pennello.
7,99 EUR
Bestseller No. 3
Tulipani bulbi-Aiuola di fiori in vaso Graceful Large Greenleaf-5 Bulbi,Rosa
Tempo di impianto 10-12 mesi; Altezza della pianta 25-50 cm.; Resistente a freddo Generalmente resistente a -30 ℃ bassa temperatura
14,36 EUR
Bestseller No. 4
Tulipani bulbi-Bulbi da fiore, Fiori romantici Fresh Strange Flower Forte crescita Festa Aria purificante-5 Bulbi,Rosso
Tempo di impianto 10-12 mesi; Altezza della pianta 25-50 cm.; Resistente a freddo Generalmente resistente a -30 ℃ bassa temperatura
14,43 EUR
Bestseller No. 5
Tulipani bulbi-Bulbi da fiore,Bella e rara decorazione da giardino di lampadine Lycoris, una varietà di colori viene inviata a caso, adatta per la semina ora-5 Bulbi,arancia
Nome del prodotto: bulbi di tulipano, perenne; Periodo di semina: primavera e autunno, periodo di fioritura: da aprile a maggio
14,50 EUR

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Foto di Alesia Kozik da Pexels

Rimani sempre aggiornato con le PROMOZIONI e le NEWS dedicati alla casa e alla famiglia e iscriviti al canale Telegram Mamma Shop Online

Trapiantare una pianta da vaso a terra: come fare?

Hai dei fiori nel balcone e vorresti trasferirli in un’aiuola o nel giardino di casa? Allora sei capitato nel posto giusto. Quello che andiamo a scoprire oggi è come trapiantare una pianta da vaso a terra.

Non appena l’aria fuori inizia ad essere frizzantina e le giornate iniziano a farsi più calde, mi metto di buona lena e mi dedico almeno una mezz’oretta alla cura delle piante. Come qualche giorno fa, che ho deciso di trasferire la pianta che avevo in balcone direttamente a terra. Ma come fare per evitare brutte sorprese? Ecco alcuni consigli utili.

Quando si trapiantano le piante da appartamento?

Innanzitutto partiamo dall’identificazione del periodo perfetto per trapiantare una pianta. Il consiglio è quello di effettuare questa procedura in primavera, nel momento della sua piena ripresa vegetativa. Da evitare assolutamente i periodi troppo freddi o troppo caldi dell’anno.

Può essere messa a terra una pianta già in fiore? La risposta è sì, ma ti avviso già che nei giorni immediatamente successivi all’operazione potresti notare una perdita di fiori e di foglie. Si tratta di un periodo di stallo del tutto normale che avviene perché ha la necessità di adattarsi ad una situazione e ad un terreno completamente nuovo.

LEGGI ANCHE: Potatura delle rose: come e quando farla

Come trapiantare una pianta in vaso?

Se, come me, hai la necessità di trasferire una pianta che tenevi nel vaso direttamente a terra, ecco alcuni suggerimenti che ti torneranno utili per effettuare l’operazione senza rischiare di danneggiare in qualche modo il vegetale.

Lega la chioma

Questo passaggio è indispensabile soprattutto se hai a che fare con un arbusto pieno di rami. Altrimenti rischierai di spezzare qualche fronda. Il mio consiglio è quello di partire dal basso e di chiudere i rami attorno al tronco (come fai, ad esempio, quando devi chiudere l’albero di Natale). Per fissare la posizione, utilizza un filo non troppo rigido.

Scava una zolla

Scava ora una zolla in grado di contenere le radici della pianta. Non avere troppo fretta durante questo passaggio. Dovrai andare piuttosto in profondità e il risultato che dovrai ottenere sarà un pezzo di terra grande più o meno quanto la chioma. Le dimensioni, ovviamente, possono variare da vegetale a vegetale in base alla sua anzianità e alla specie.

Taglia le radici

Ci sono alcune situazioni in cui alcune radici si possono rompere durante la creazione della zolla. In questo caso, fai attenzione a non strapparle mai ma, piuttosto tieni a portata di mano delle forbici affilate che ti aiutano a fare una recisione netta. Nel caso in cui trovassi dei capillari (radici sottili come fili di cotone), tienili da parte, perché aiuteranno la buona riuscita del trapianto.

Forbici e Cesoie per Potatura in Giardino Professionali FALCO GRÜNTEK 215 mm
  • Forbici e Cesoie professionali FALCO per potatura di giardino e piante
  • Forbici con lama e da 48mm in acciaio antiaderente per un taglio comodo
  • Spessore taglio consigliato: 5-20 mm. Sistema di chiusura a una mano

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Crea una buca

Nel caso tu non l’abbia già fatto, crea una buca abbastanza grande da contenere la zolla della pianta che vuoi trapiantare. Se hai qualche dubbio sulle sue dimensioni, ti consiglio piuttosto di scavare una decina di centimetri più in profondità piuttosto che fermarsi troppo in anticipo e rischiare che le radici rimangano fuori dal terreno.

Metti la pianta a dimora

A questo punto non ti rimane che riporre la tua pianta dentro la buca. Fai attenzione a fare in modo che il vegetale rimanga bello dritto e che sia ben centrato nel terreno. Ricopri con la terra gli spazi che si sono creati attorno alla zolla, facendo in modo che la terra si compatti per bene. Se necessario, schiaccia con i piedi e tutto il tuo peso il terreno attorno alla pianta. Durante questa fase, infatti, è indispensabile evitare la comparsa di sacche di aria. Una volta ultimato il lavoro, ricorda di innaffiare abbondantemente (versando l’acqua direttamente nella terra).

Foglie appassite dopo il trapianto

Nei giorni successivi al trapianto è possibile vedere nella pianta delle foglie appassite o la perdita di alcuni fiori. Questa situazione è del tutto normale e non c’è da preoccuparsi particolarmente. Si tratta di stress da trapianto ed è il modo in cui il vegetale dimostra di aver capito il cambio di terreno e di situazione.

Possono essere necessarie fino a due o tre settimane prima che la pianta riesca ad adattarsi al suo nuovo contesto e a ricominciare a produrre fiori e foglie. Nel caso in cui stessi procedendo con la messa a dimora delle piantine da orto, invece, l’appassimento non dovrebbe durare per più di una settimana.

Come evitare lo stress da trapianto

Per evitare che la pianta subisca uno stress da trapianto troppo forte, ti consiglio innanzitutto di scegliere il momento dell’anno più giusto. La messa a dimora durante un mese troppo freddo o, al contrario, in estate durante le giornate più calde, potrebbe risultare un cambiamento troppo pesante per il vegetale.

Un altro consiglio è quello di trapiantare solo piante sane. Qualsiasi tipo di modifica ad un vegetale che è già colpito, ad esempio, da qualche malattia delle foglie, potrebbe rivelarsi essere il colpo di grazia.

Da non dimenticare, inoltre, che le operazioni di trasferimento a terra della piante devono essere svolte con estrema cura, facendo attenzione a manipolare l’arbusto il meno possibile.

A distanza di due o tre settimane dal trapianto, inoltre, è opportuno aiutare la ripresa della pianta attraverso la somministrazione di un integratore (come, ad esempio, i biostimolanti) che agevola la sua forza vitale e la stimola nella crescita.

Come concimare dopo il trapianto

Innanzitutto c’è da dire che, per agevolare la ripresa vegetativa della pianta dopo il trapianto, sarebbe opportuno crearle una dimora che la aiuti a riprendersi in fretta. Una volta che hai ammorbidito il terreno con il piccone, realizza una buca grande una volta e mezza la grandezza della zolla.

Nel caso in cui la terra attorno dovesse risultare ancora piuttosto compatta, cerca di ammorbidirla frantumando eventuali zolle e aggiungendo della torba per renderla più leggera. Se il terreno attorno alla pianta è abbastanza soffice, infatti, è più facile che le radici riescano ad assestarsi nella nuova sede.

Posiziona ora nel fondo della buca il concime (meglio se letame maturo, cornunghia o farina d’ossa), quindi copri il tutto con uno strato di terra. Poi metti a dimora la pianta. Nel caso in cui, invece, tu abbia a disposizione del concime chimico granulare, ti consiglio di cospargerlo in superficie quando avrai terminare di trapiantare il vegetale.

Non dimenticare che un buon uso del concime in questa fase del trapianto ti risparmierà moltissima fatica dopo. Anche perché, una volta che la pianta si è ben assestata, penseranno alla gran parte del lavoro la pioggia, il sole, le foglie secche e gli insetti.

Bestseller No. 1
COMPO Concime Liquido Universale, Con Microelementi, Per piante sane e rigogliose, 1l
Concime liquido NPK 7-5-6 con boro, rame, ferro, manganese, molibdeno e zinco
8,80 EUR
OffertaBestseller No. 3
NUTRI 1 ONE One Concime concentrato per Piante e Fiori, 1 litro
One è un concime liquido concentrato per piante e fiori sani e rigogliosi; One aumenta lo sviluppo delle radici così da migliorare l'assorbimento dei nutrienti
12,75 EUR 11,50 EUR
Bestseller No. 4
Nutri 1 One One Concime granulare per Piante e Fiori, 1 kg
Concime concentrato per piante e fiori sani e rigogliosi
12,75 EUR
Bestseller No. 5
Crescita Miracolosa C007001 Nutrimento Universale Granulare, Verde, 11.5x6.5x19.5 cm
Concime granulare ad elevato rapporto nutritivo; Contiene azoto a lenta cessione; Contiene ferro
7,85 EUR

Ultimo aggiornamento 2021-05-15 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Rimani sempre aggiornato con le PROMOZIONI e le NEWS dedicati alla casa e alla famiglia e iscriviti al canale Telegram Mamma Shop Online

Foto di Maarten van den Heuvel da Pexels