Via libera per gli spostamenti tra Regioni dal 3 giugno

Via libera agli spostamenti tra Regioni a partire dalla prossima settimana. Il Ministro Roberto Speranza ha dichiarato nelle scorse ore che:

Il decreto legge vigente prevede dal 3 giugno la ripresa degli spostamenti infraregionali. Al momento non ci sono ragioni per rivedere la programmata riapertura degli spostamenti. Monitoreremo ancora nelle prossime ore l’andamento della curva.

Il vertice di governo che si è tenuto oggi, venerdì 29 maggio, ha valutato che dai dati rilevati nei giorni scorsi non è emersa la necessità di continuare a bloccare i confini tra le regioni. Il confronto tra il ministro per gli affari regionali Boccia e i vari governatori, proseguirà comunque per tutta la settimana.

Monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità

Dal monitoraggio dell’Istituto Superiore di Sanità effettuato tra il 18 e il 24 maggio è emerso che attualmente in Italia non è presente nessuna situazione critica derivante dal contagio di coronavirus. La situazione appare piuttosto eterogenea in tutto il territorio nazionale.

In quasi tutte le aree d’Italia l’indice di trasmissibilità Rt è inferiore a 1. La percentuale dei nuovi casi di contagio, inoltre, la diminuendo. In alcune zone il numero di positivi al Covid-19 è più alto rispetto ad altre. E’ proprio per questo motivo che si raccomanda cautela. Soprattutto dal momento che sono nuovamente possibili gli spostamenti tra regioni.

La situazione al momento sembra essere positiva. Almeno per questo inizio di Fase 2. Da quanto si evince dall’esito del monitoraggio dell’ISS, rimangono, tuttavia, alcuni:

segnali di trasmissione con focolai nuovi segnalati che descrivono una situazione epidemiologicamente fluida in molte Regioni italiane. Questo richiede il rispetto rigoroso delle misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale e il distanziamento fisico. E’ necessario continuare a rafforzare i servizi territoriali per la prevenzione e la risposta a Covid-19 per fronteggiare eventuali recrudescenze epidemiche”.

Le raccomandazioni

Si raccomanda sempre l’utilizzo di dispositivi di protezione individuale. Così come il distanziamento sociale e l’igiene delle mani, al fine di contenere il contagio. Ed evitare l’incremento esponenziale di nuovi focolai nel territorio nazionale.

Potrebbe interessarti anche:

Giulia

Neomamma web addicted, appassionata di libri, cucina e fotografia

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: